Trapianto di capelli in Turchia. La scelta di curare l’alopecia all’estero

Il trapianto di capelli in Turchia è il trand del momento. A Istambul molte cliniche si sono specializzate in questo trattamento estetico, e sopratutto medico, e offrono i loro servizi in Europa.

L’ alopecia colpisce piu’ del 50% degli uomini. La fantasia popolare incolpa della perdita dei capelli un livello di testoterone troppo alto, e asserisce che la testa calva sia sinomino di prestazioni sessuali superiori alla media. Forse queste dicerie sono sparse dagli stessi calvi, per consolarsi per la perdita della zazzera sfoggiata con tanto orgoglio e che spesso pare persa per sempre, insieme alla gioventù. A molti uomini infatti la perdita dei capelli crea problemi psicologici e di immagine. Senza capelli si sentono vecchi e non adeguati alle situazioni. Esiste però il modo di recuperare la chioma.

La maggior parte degli uomini soffre di alopecia ereditaria. Una condizione che segue uno schema conosciuto, che inizia intorno ai 25 anni e si sviluppa in modo conclamato intorno ai 50 anni. Ne soffrono anche le donne, anche se in percentuali molto più basse.

Istambul negli ultimi anni è diventata la capitale del trapianto di capelli e sfoggia cliniche con equipe mediche e chirurgiche specializzate, attrezzature di ultima generazione e ospitalità di ottimo livello. I prezzi dei trattamenti sono accessibili, beneficiando della particolare situazione economica del paese euriasiatico. Ciò che in Europa è un trattamento che solo pochi possono permettersi, in Turchia ha un prezzo accettabile. La media della durata del soggiorno è di 3 giorni, e il trapianto di capelli è un procedimento medico semplice e di facile guarigione. Nella capitale turca ci sono infatti più di 300 cliniche che lo effettuano e che si rivolgono ad una clientela per lo più europea creando un canale di turismo sanitario, in questo caso anche estetico.

Rispondi