Il bando finanzia progetti a sostegno dei contratti e degli accordi di solidarietà che prevedano percorsi di riqualificazione dei lavoratori coinvolti. La Regione Lombardia e sempre sensibile e attenta alle problematiche delle Partite Iva e dei loro collaboratori.

L’obbiettivo del contributo

Il contributo erogato con questa misura è finalizzato al sostegno di progetti presentati dalle aziende.  Connessi alla gestione di contratti e accordi di solidarietà con particolare riferimento alla riqualificazione dei lavoratori coinvolti. Il finanziamento è a fondo perduto. Copre principalmente i costi della formazione e le indennità di partecipazione dei lavoratori. Se frequentano i percorsi formativi nell’ambito della riduzione di orario prevista dal contratto o dall’accordo di solidarietà.

Quali caratteristiche devono avere questi progetti

I progetti, che devono sempre includere l’erogazione di percorsi di riqualificazione professionale, devono prevedere anche almeno uno dei seguenti interventi aziendali:

a.  innovazione dell’organizzazione aziendale o dei processi produttivi anche legati al rilancio aziendale, nonché altre misure di responsabilità sociale dell’impresa finalizzate al mantenimento dell’occupazione, ivi compreso l’erogazione di benefit connessi ad iniziative di welfare aziendale;

b. trasformazione del contratto di solidarietà già stipulato in contratto di solidarietà espansivo ai sensi del D.Lgs.148/2015;

c. interventi per la gestione operativa e organizzativa dei contratti e degli accordi di solidarietà.

Chi può accedere

Con decreto n.1726 del 13 febbraio 2020 sono state definite le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso ai contributi regionali di cui alla legge regionale 21/2013 ed è stato approvato l’Avviso pubblico per il sostegno ai contratti e agli accordi di solidarietà in attuazione della d.g.r. n. 1953 del 2019 e ss.mm.ii (come modificata dalla d.g.r. XI/2814/2020).

L’Avviso allegato A del decreto, riporta le modalità di dettaglio per la presentazione delle domande di contributo.

Possono presentare domanda di contributo le imprese che hanno sottoscritto:

– un contratti di solidarietà stipulato per l’accesso al trattamento di Cigs ai sensi del D.Lgs.148/2015.

– un accordo collettivo aziendale stipulato per l’accesso all’assegno di solidarietà ai sensi del D.Lgs.148/2015.

 

Sono disponibili 2.854.858,24 euro. Il contributo è erogato con risorse regionali a fondo perduto. Per ottenere il contributo l’azienda deve presentare un progetto del valore massimo di 200.000,00 euro che deve essere così articolato:

  • 90% dell’importo del progetto per percorsi di riqualificazione nell’ambito dei quali il contributo è riconoscibile per:
    • Percorsi formativi
    • Indennità di partecipazione ai lavoratori
  • 10% dell’importo del progetto come incentivo all’azienda per un progetto aziendale che preveda almeno uno dei seguenti interventi:

a. innovazione dell’organizzazione aziendale o dei processi produttivi anche legati al rilancio aziendale, nonché altre misure di responsabilità sociale;

b. trasformazione del contratto di solidarietà già stipulato in contratto di solidarietà espansivo ai sensi del D.Lgs.148/2015;

c. interventi per la gestione operativa e organizzativa dei contratti e degli accordi di solidarietà.

L’azienda può decidere di assegnare tutto l’importo del progetto per i percorsi di riqualificazione, rinunciando alla parte di incentivo. Ai fini della presentazione del progetto, l’azienda deve pertanto scegliere un operatore accreditato alla formazione per la progettazione e la realizzazione dei percorsi di riqualificazione. Qui indichiamo il link.

Albo regionale degli operatori accreditati 

Come fare?

Le domande di contributo possono essere presentate dal 18 febbraio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse all’indirizzo PEC lavoro@pec.regione.lombardia.it dalle aziende interessate da contratti o accordi di solidarietà.

Per qualsiasi chiarimento o informazione relativa ai contenuti dell’Avviso è possibile rivolgersi alla Struttura Crisi aziendali della Direzione Generale Istruzione Formazione e Lavoro della Giunta Regionale, esclusivamente all’indirizzo di E-mail dedicata: vertenzeonline@regione.lombardia.it

Il Team di Conflombardia sempre al fianco delle Partite Iva e dei loro Collaboratori, nell’assistere le parti nel sviluppare accordi sindacali.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: