La ricerca di progetti che agevolino le piccole e medie imprese nella costruzione di sistemi di rete e nella loro promozione è uno dei compiti che ci siamo assunti. Una di queste ricerche è indirizzata a trovare mezzi che siano fonte di informazione e di ispirazione per la soluzione concreta dei problemi aziendali e creino opportunità di dialogo fra imprenditori che fanno parte di settori simili o anche diversi. Ma che possano creare cordate produttive che portino le aziende ad accedere a mercati che da sole non potrebbero raggiungere.Fra questi progetti non poteva non esserci anche una scelta editoriale ed è quella che ha ispirato la nascita di questa pubblicazione.
Non sarà una vetrina pubblicitaria, ma uno strumento per piccoli imprenditori che vogliono crescere. Con la rivista ma anche con l’organizzazione di incontri pubblici diretti a far conoscere possibili partner, legando il mondo virtuale della comunicazione alla relazione one to one fra chi produce servizi e chi ha domande da porre. Vogliamo creare un ecosistema una comunità di piccole e medie Partite Iva che imparino a lavorare in sinergia invece che in concorrenza, attuando una serie di strategie comuni. Il nome della testata sarà Lavorare Oggi e porrà l’accento sul lavoro sulla creatività, sull’informazione e sulla formazione dell’imprenditore. Servirà anche alle eccellenze lombarde per presentarsi come partner in grado di risolvere problemi. Ogni articolo tratterà un aspetto del mondo del lavoro e racconterà ai lettori storie di successo e quali soluzioni si sono adoperate per raggiungerlo. Sono iniziative che servono a creare delle prossimità.

Lavorare Oggi è nato dalle riflessioni e dall’esperienza degli imprenditori, ed è pubblicato da chi ne ha ascoltato le esigenze. Per iniziare dato che la nascita della testata è già una proposta di soluzione ad un problema. Vi propongo due testimonianze quelle dei due fondatori che stanno occupandosi della sua realizzazione.

Dottor Marzio Maracani

“Circa 20 anni fa mi sono trovato con la mia azienda, che si occupava a livello mondiale di robotica industriale, ad affrontare una scelta di crescita cruciale. O si faceva un forte investimento di risorse umane o si effettuava una strategia di partecipazione di società terze che collaborassero con noi. Quella esperienza mi ha portato a maturare una riflessione sulle piccole e medie aziende presenti nel nostro paese. Quello che differenzia una azienda dai suoi concorrenti è il suo valore aggiunto. Tutte sono leader di qualcosa, ma sono leader di settori troppo piccoli per essere davvero rilevanti. Se invece di voler essere dei leader ci si pone come dei facilitatori di accordi di collaborazione fra aziende, si diventa un pari fra pari all’interno di un gruppo di cui si è capocordata, senza però condizionarne i membri. Nel mondo del business attuale si fanno già accordi di rete, ma non fanno accordi di partnership relativi ai mercati specifici. O sono accordi totalizzanti o non c’è nulla. L’idea nuova è quella di essere simbionti, non parassiti.” dice Marzio Maracani raccontando cosa lo ha spinto a promuovere Lavorare Oggi.

Il Sindacalista d’Impresa. Enrico Bombelli

Un po’ diverse ma nella stessa linea sono le parole di Enrico Bombelli. Sono 5 anni che seguo il sogno di creare una rivista che racconti agli imprenditori cos’è un sindacato datoriale. Per fare informazione e formazione in un mondo in cui domina solo il marketing. L’organizzazione è però difficilissima. Siamo partiti molte volte e tante volte abbiamo dovuto fermarci. Ora però abbiamo la squadra giusta e questa volta non ci fermeremo. La nostra è una filosofia di vita. Vogliamo creare un sistema in cui il business sia visto anche come conseguenza di un progetto sociale, della capacità della comunità di autosostenersi. Infatti quando si fa business, inevitabilmente si creano le condizioni per sostenere l’intera comunità di cui si è parte, creando posti di lavoro e sostenendo l’economia dell’intero paese.

Lascia un commento