Il 30 Giugno 2020 sarà prelevato sui conti correnti l’imposta di bollo. Alla fine una tassa sui conti correnti. Di fatto possiamo chiamarla una mini patrimoniale sui conti correnti. Garantisce allo Stato italiano un introito per nulla irrilevante. Prelevando direttamente dai conti correnti di cittadini e soggetti come Aziende, Imprese e titolari di Partita Iva. In un mese già ricco di scadenze fiscali.

Come viene Pagata la Tassa sui conti correnti.

L’imposta di bollo di euro 34,20 per le persone fisiche e di 100 euro per i soggetti giuridici. La tassa va colpire in modo equo tutti i possessori di conti correnti. Il semplice aver in quella data  il conto corrente aperto, imporra il pagamento dell’imposta di bollo.

Tranquilli non dovete pagare nulla. Il prelievo avvera direttamente sul Conto Corrente sarà la banca stessa che effettuerà per lo Stato un prelievo ogni 3 mesi dell’imposta sui conti correnti di 8,55 oppure di 25 euro. per i soggetti con rendicontazione trimestrale. Per altri integralmente il 30 giugno 2020.

Conto corrente: chi può non pagare la tassa?

Come già scritto  l’imposta di bollo è una tassa che ci viene addebitata sul conto corrente solo e soltanto perché lo abbiamo. E’ una tassa fissa e non possiamo scappare dal pagarla. Vi sono però delle eccezioni. Questi sono i casi in cui non viene addebitato alcunché:

  • Quando sul conto corrente vi sia una giacenza media inferiore ai 5.000 euro;
  • Nel caso in cui si sia in possesso di una carta di credito dotata di un Iban bancario;
  • Pay Pal non rientra nella categoria dei conti correnti bancari;
  • Isee inferiore a 7.500 euro.

Scadenze di Giugno

Quindi insieme alle scadenze dell’Imu, il saldo e l’acconto Irpef, Ires e Cedolo Secca. Molte regioni hanno rinviato il pagamento di tasse regionali. La crisi economica derivata dal blocco provocato dalla pandemia Covid19, ha creato una situazione precaria e incerta nelle Partite Iva. Lo Stato dovrebbe garantire un anno di blocco di tutte le tasse. Questo darebbe fiato alle Partite Iva per riprendersi.

Lascia un commento