La redazione di Conflombardia intervista Luca d’Ormea Direttore Generale di Mikro Kapital Italia.

Perché e stata creata un’altra associazione datoriale, Conflombardia?

Conflombarida nasce da una esigenza, sempre più pressante, di sostegno verso le piccole imprese e le partite iva, di fronte ad un panorama complesso sia in termini economici che normativi. In un paese come l’Italia, dove le piccole imprese la fanno da padrona, è indispensabile una guida nei progetti di sviluppo con servizi più efficaci ed efficienti. Soprattutto in Lombardia, una Regione ad ampio respiro internazionale, le piccole imprese rischiano di perdere luce ed importanza.

Da che cosa ha preso spunto Conflombardia?

Conflombardia è nata dalla necessità di ascoltare le Partite Iva della Lombardia.

La presenza di diverse associazioni datoriali che si occupano di diversi settori, può far perdere di vista le necessità basilari di un soggetto che si apre al mondo dell’imprenditoria o che vuole crescere nel proprio settore. Proprio questo vuole essere l’obiettivo di Conflombardia, sostenendo una categoria specifica nelle attività fondamentali.

Che cosa ha di speciale Conflombardia?

La concretezza e la determinazione di rappresentare, per la Lombardia, un vero punto di riferimento per gli Associati.

Che cosa può offrire Conflombardia in particolare?

Conflombardia può offrire alle Partite Iva una serie di servizi di tutela normativa nonché servizi di consulenza sulla gestione aziendale

Che cosa può fare Conflombardia per tutelare le attività?

L’assistenza su materie normative, soprattutto in questa fase di emanazione di molteplici norme, non sempre chiare e a volte in conflitto tra loro, può rappresentare un supporto decisivo per gli associati. Inoltre, attraverso l’attività di check up sullo stato dell’azienda, l’imprenditore può razionalizzare i costi ed evitare potenziali rischi.

Che cosa si aspetta da Conflombardia?

Mi aspetto che Conflombardia rappresenti, nel continuo, un punto di riferimento per la rete di piccole imprese del territorio e sia anche portavoce attivo di un settore importante per il Paese.

Che contributo può apportare Conflombardia alle attività?

Conflombardia può rappresentare, per gli associati, una struttura di collegamento tra diverse realtà imprenditoriali del territorio generando anche importanti collaborazioni ed economie di scala tra di esse.

In che cosa lei può essere di aiuto a Conflombardia?

Siamo una Società di microcredito e, in questo particolare periodo in cui sono le piccole imprese a subire i gravi effetti della crisi, il microcredito svolge un ruolo di fondamentale importanza poiché esiste una reale esigenza economica necessaria per sostenere e sviluppare le aziende.

La collaborazione con Conflombardia permetterà di supportare l’imprenditore attraverso la consulenza dedicata di entrambi, in quanto, oltre al finanziamento finalizzato a sostenere l’avvio o lo sviluppo di un’attività di lavoratore autonomo o di una piccola impresa, vengono offerti servizi di supporto come la redazione di un business plan personalizzato, assistenza e monitoraggio durante il periodo di rimborso.

 Ringraziamo Luca d’Ormea

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: