Conflombardia nella sua mission ha quattro pilastri. Tutela Informazione Formazione Promozione. Questa serie di articoli sul settore gas, rientrano sulla parte d’informazione e formazione alle Partite Iva. Qui trovi la  Parte 1.

Trasporto

Il trasporto del gas naturale rappresenta una fase molto importante della filiera sia per gli ingenti costi previsti per i player del settore, sia per i cambiamenti cui si sta assistendo negli ultimi tempi. Il trasporto tradizionale del gas naturale avviene tramite una rete di gasdotti ad alta e media pressione e a largo diametro, le cosiddette pipeline, che varcano il territorio di diversi paesi o le tratte di mare che li separano. Ma questa forma di trasporto ha incontrato spesso forti difficoltà a causa sia dei conflitti geopolitici dei territori attraversati dai gasdotti sia della limitata portata delle pipeline tradizionali soprattutto nei periodi di forte aumento della domanda.

In Italia Snam Rete Gas possiede circa il 97% della rete di gasdotti ad alta pressione. Si tratta di un monopolio di fatto a cui hanno contribuito da un lato la specifica storia del settore nel nostro Paese, dall’altro i costi notevoli che sarebbero necessari per costruire altre pipeline ed entrare nel mercato in

Per questi motivi, sempre più di frequente, si è deciso di fare ricorso al trasporto via nave del gas naturale liquefatto o Gln. In questo caso il gas naturale è liquefatto a basse temperature in apposite cisterne, per essere trasportato nel paese di destinazione tramite navi. Qui si procede alla rigassificazione della sostanza, tramite appositi impianti. In questo modo è stata favorita una maggiore concorrenza dal lato dell’offerta attraverso l’accesso al mercato di nuovi competitor.

Stoccaggio

L’attività di stoccaggio prevede la conservazione, in genere in giacimenti ormai esauriti, di scorte di gas destinate a riserva per i momenti di carenza del prodotto sul mercato. L’andamento ciclico della domanda del gas, caratterizzata da una forte richiesta nel periodo invernale per alimentare il riscaldamento delle abitazioni e da un calo nel periodo estivo, impone infatti di regolare le scorte in maniera da fronteggiare efficacemente le oscillazioni del mercato.

L’attività di dispacciamento, strettamente legata a quella di stoccaggio, si occupa invece di organizzare i transiti sulla rete in modo tale da garantire un corretto equilibrio fra domanda e offerta e la disponibilità di gas a tutti i consumatori in maniera equa.

Distribuzione

La distribuzione si occupa del trasporto del gas attraverso reti di gasdotti locali a bassa pressione e con diametro ridotto, per la consegna agli utenti finali, si tratti di un’impresa, di una centrale termoelettrica o di una famiglia. Rientrano fra i compiti della distribuzione anche la manutenzione e la gestione della rete fisica di trasporto con gli oneri che ne derivano.

Vendita

L’ultima fase della filiera è quella che riguarda la vendita del gas naturale all’utente finale. Si tratta di fatto dell’attività commerciale che a valle remunera tutte le altre attività sottostanti.

Conflombardia con il suo Team d’esperti è sempre pronta nel fornire informazioni e formazione.