A questo proposito la serie d’articoli continua con il quarto articolo della serie Cartelle esattoriali  Annullamento. Questi articoli hanno il solo scopo di poter illustrare e rendere edotto il contribuente sulle numerose possibilità che ad oggi esistono e che il più delle volte vengono ignorate.

Mancata descrizione del calcolo degli interessi

Mancata descrizione del calcolo degli interessi. Un vincolo importante a carico della Agenzia delle Entrate è quello di riportare correttamente delle Cartelle inviate lo schema riassuntivo dei calcoli che hanno determinato l’importo creditizio richiesto, in diversi casi questo non avviene e determina un vizio che da la possibilità di impugnare la Cartella ricevuta e chiederne cancellazione, in base al fatto che il debitore ha il pieno diritto di conoscere il corretto calcolo che ha portato al computo del valore richiesto, se questo non avviene ossia non vengono riportati correttamente in pagina i quantitativi e le percentuali che hanno concorso alla determinazione dell’importo si manifesta un errore da parte del Creditore che permette al professionista di richiedere l’annullamento del debito.

Notifica irregolare ad altro indirizzo

Notifica irregolare ad altro indirizzo. Il contribuente ha il pieno diritto per le più svariate necessità di modificare e spostare la propria residenza. Se l’Agenzia delle Entrate non aggiorna tali modifiche stessa cosa per aziende o società ed invia ad un vecchio indirizzo o ad uno errato il Contribuente non avrà la possibilità di conoscere che è stata recapitata una o più Raccomandate da parte della Agenzia. Non conoscendo che via sia una richiesta in merito, non potrà prodigarsi ed attivandosi per soddisfare il debito o per avviare le azioni previste a sua tutela. In questo caso specifico il mancato aggiornamento dell’ indirizzo è una responsabilità a carico di chi richiede il debito a la notifica ad indirizzo difforme da quello corrente se  dimostrabile es. Certificato di Residenza emesso dal Comune in cui si risiede, permette di richiedere l’annullamento della Cartella e il conseguente debito richiesto.

Conflombardia con il nostro Team di avvocati resta a disposizione per chiarimenti. scrivi a segreteria@conflombardia.com