Conflombardia ricorda alle Partite Iva l’iniziativa di Regione Lombardia. Si Lombardia

(Fonte Regione Lombardia)

Il contributo è riservato ai lavoratori autonomi con Partita Iva individuale attiva non iscritti al Registro delle Imprese che esercitano in via prevalente l’attività in uno dei settori riportati nell’Appendice 1. Sulla base del proprio codice Ateco prevalente comunicato all’Agenzia delle Entrate e risultante dai dati in possesso dell’Agenzia medesima.

  • Filiera eventi congressi, matrimoni, cerimonie.
  • Filiera trasporti persone.
  • Filiera sport e intrattenimento bambini.
  • Filiera attività culturali.
  • Commercio al dettaglio in sede fissa di abbigliamento e calzature.
  • Ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi e concerti.
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici.
  • Servizi degli istituti di bellezza.
  • Operatori settore turistico.

    I lavoratori autonomi devono avere avuto un calo di fatturato di almeno un terzo da misurare sul periodo marzo ottobre 2020. Confrontato con il medesimo periodo marzo ottobre 2019. Tale requisito non è richiesto alle Partite Iva attivate dal 1° gennaio 2019.  L’importo del contributo è di 1.000 euro.

Le domande per accedere al contributo potranno essere presentate dall’11 gennaio 2021 nelle tre finestre sotto riportate fino alle ore 17.00 del 15 gennaio 2021:

Finestra 1
  • Filiera eventi congressi, matrimoni, cerimonie.
  • Filiera trasporti persone.

Domande dall’11/01/2021 ore 11clicca qui per presentare la domanda.

 Finestra 2
  • Filiera sport e intrattenimento bambini.
  • Filiera attività culturali.

Domande dall’11/01/2021 ore 15clicca qui per presentare la domanda.

– Finestra 3

  • Commercio al dettaglio in sede fissa di abbigliamento e calzature.
  • Ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi e concerti.
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici.
  • Servizi degli istituti di bellezza.
  • Operatori del settore turistico.

Domande dal 12/01/2021 ore 11. Agli operatori della finestra 3 si suggerisce di consultare alcune precisazioni sui codici Ateco . Clicca qui per presentare la domanda.

I lavoratori autonomi con Partita Iva non iscritti al Registro delle Imprese che hanno il domicilio fiscale a Livigno e che non hanno quindi una posizione Iva possono partecipare all’Avviso se in possesso degli altri requisiti. In fase di presentazione della domanda sarà possibile specificare tale condizione e compilare l’apposito modulo.

Le domande di contributo dovranno pervenire esclusivamente in modalità telematica attraverso Bandi online nelle finestre di apertura sopra riportate e tutti i requisiti saranno oggetto di autocertificazione non dovrà essere allegato nulla.
L’assegnazione del contributo ai soggetti in possesso dei requisiti richiesti avverrà sulla base della procedura automatica di cui all’art. 4 del D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 123, secondo l’ordine cronologico di invio telematico della domanda