Conflombardia. Morti sul lavoro. In questi giorni sono tornati alla ribalta infortuni gravi sul lavoro, dove purtroppo ci sono state vittime. Tutti avete sentito i casi trattati dai media nazionali ma va accesso un faro potente su tutti  questi infortuni. Conflombardia al dovere di argomentare  questi fatti, l’attenzione va posta su tutte le denunce d’infortuno.

Denunce di infortunio Infortuni. Fonte Inail

Nel periodo compreso tra gennaio e marzo 2021 si sono rilevate complessivamente 128.671 denunce di infortunio, l’1,71% in meno rispetto al periodo gennaio-marzo 2020. Con riferimento al genere, la diminuzione riguarda la componente maschile, le cui denunce sono passate da 81.203 a 77.121 -5,03%. In aumento, invece, le denunce della componente femminile, passate da 49.702 a 51.550 +3,72%.

Le denunce di infortunio con esito mortale riferite al periodo gennaio-marzo 2021 sono state 185, a fronte delle 166 denunce rilevate nell’analogo periodo del 2020 +11,45%. Con riferimento al genere, l’aumento riguarda sia la componente femminile, con 14 denunce a fronte delle 11 rilevate nell’analogo periodo dell’anno precedente +27,27%, sia la componente maschile, con 171 denunce a fronte delle 155 rilevate nel 2020 +10,32%.

Denunce di infortunio per regione Infortuni

L’analisi territoriale delle denunce rilevate nei primi tre mesi dell’anno evidenzia, rispetto al periodo gennaio-marzo 2020, diminuzioni del 5,62% per il nord ovest, del 2,65% per il sud, del 2,38% per le isole e dello 0,38% per il centro. In controtendenza il nord est, con un incremento dell’1,93% rispetto all’analogo periodo del 2020.

Mostrano un minor numero di denunce rispetto al 2020: la Lombardia -1.793, la Puglia -752, il Piemonte -641, la Sardegna -243, la Provincia autonoma di Trento -215, la Calabria -184, l’Umbria -169, l’Emilia Romagna -159, la Valle d’Aosta -74, il Lazio -59 e la Provincia autonoma di Bolzano -48.

In controtendenza, mostrano aumenti: il Veneto +906, il Friuli Venezia Giulia +296, la Campania +285, la Liguria +230, l’Abruzzo +88, la Toscana +83, il Molise +68, la Basilicata +54, le Marche +50 e la Sicilia +43.

La posizione di Conflombardia

Conflombardia tra i pilastri della sua mission c’è la cultura delle sicurezza sui luoghi di lavoro, attua costantemente informazione e formazione su questo argomento. Per chi vuole aver maggior informazione la nostra segreteria è sempre disponibile.

Qui puoi scaricare Bollettino Inail trimestrale delle denunce di infortunio e malattie professionali. PERIODO GENNAIO MARZO 2021