Lombardia Contributi fondo perduto fino al 100% per il turismo agricolo del vino e dell’olio di qualità.

Il bando intende supportare le imprese vitivinicole, agriturismi che promuovono i vini lombardi DOP e IGP e producono olio extravergine di oliva lombardo DOP, e i Consorzi di produttori di vino DOP e IGP e dell’olio extravergine di oliva e le Strade dei Vini e dei Sapori che realizzano investimenti finalizzati a realizzare attività per la promozione dell’enoturismo e dell’olioturismo.

Chi sono i beneficiari dell’agevolazione?

Sono beneficiari della misura:

  • le micro piccole e medie imprese lombarde aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti come imprese vitivinicole (produttori di vino, cantine), imprese agricole produttrici di olio, frantoi e agriturismi lombardi che intendono promuovere vini (DOP e IGP e olii di qualità) con i codici ATECO 01.21, 10.41.1, 11.02, 01.26 e 56.10.12 come attività primaria o secondaria;
  • i Consorzi di Tutela dei vini DOP e IGP lombardi e degli olii extravergini di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” DOP che abbiano sede operativa in Lombardia;
  • le Strade dei vini e dei sapori che hanno ottenuto il riconoscimento da parte di Regione Lombardia, in forma singola o in partenariato fra di loro, ed eventuali loro Associazioni e Federazione.

Quali sono le agevolazioni previste?

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto parametrato alle sole spese ammissibili al netto di IVA (tranne nei casi in cui la stessa non sia in alcun modo recuperabile) in misura pari:

− al 50% per imprese e Consorzi nel limite massimo di 10.000,00 euro per beneficiario

− al 100% per le Strade del Vino e dei Sapori nel limite massimo di 18.000,00 euro per beneficiario. L’investimento minimo per imprese e Consorzi è pari a euro 2.000,00;

l’investimento minimo per le Strade del vino e dei Sapori è pari a euro 5.000,00.

Le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a € 390.000,00.

Il bando contiene due filoni di finanziamento.

Per imprese e consorzi la dotazione finanziaria è di € 190.000,00.

Per le strade del vino e dei sapori € 200.000,00.

Qual’è la scadenza prevista per la presentazione delle domande di contributo?

Domande presentabili dalle ore 11.00 del 25 Luglio 2022 alle ore 12.00 del 14 Ottobre 2022, salvo chiusura anticipata per esaurimento dei fondi disponibili.

Quali sono i progetti finanziabili?

Sono spese ammissibili gli interventi di adeguamento delle imprese vitivinicole, degli agriturismi che promuovono i vini lombardi DOP e IGP, dei Consorzi di produttori di vino DOP e IGP e delle Strade del Vino e dei Sapori per lo svolgimento dell’attività eno-agrituristica ai sensi dei Decreti Attuativi del MIPAAF sulle modalità operative dell’enoturismo.

In analogia con quanto previsto dal Decreto Attuativo, sono ammissibili interventi similari per gli agriturismi produttori di olio extravergine di oliva lombardo DOP, imprese agricole produttrici di olio, frantoi, i Consorzi dell’olio extravergine di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” DOP e delle Strade del Vino e dei Sapori per lo svolgimento di attività informative e formative per la conoscenza delle produzioni di qualità degli olii extravergini DOP.

Gli interventi ammessi devono interessare esclusivamente il territorio lombardo.

Sono ammissibili spese al netto dell’IVA (tranne nei casi in cui la stessa non sia in alcun modo recuperabile), riferite ai seguenti ambiti:

  1. arredi, attrezzature per l’accoglienza e per la vendita;
  2. attrezzature per la logistica (es. delimitatori parcheggi)
  3. servizi commerciali e di marketing (es. servizi di prenotazione e pagamento on line);
  4. servizi di comunicazione (possibilmente digitali: realtà virtuale/aumentata, QR code, incontri on line) dell’attività eno-olio-agrituristica;
  5. formazione del personale dedicato per migliorare l’accoglienza (anche conoscenza delle lingue) e la narrazione del territorio;
  6. realizzazione di materiale informativo e digitale sull’attività enoturistica e traduzioni del materiale informativo stesso;
  7. costi di creazione di pacchetti turistici in collaborazione con tour operator o agenzie viaggi;
  8. cartellonistica.

Per le Strade dei vini e dei sapori sono ammissibili anche le spese riferite all’organizzazione di eventi di promozione della Strada e dei suoi prodotti e spese progettuali (fino a un massimo del 10%).

Per tutte le spese sopra elencate, saranno ritenuti ammissibili, laddove applicabili, l’acquisto ed eventuale relativa installazione (ivi compresi montaggio e trasporto).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: