Italia in crisi: il Pil scende, i prezzi salgono e la fiducia crolla

21 Ott, 2023

L’Italia si trova in una situazione difficile, tra le tensioni internazionali, la stagnazione della produzione industriale e il calo dei consumi delle famiglie. Il Pil ha registrato una contrazione nel secondo trimestre del 2023, dopo una lieve crescita nei primi tre mesi dell’anno. L’inflazione ha ripreso a salire, allontanandosi dall’obiettivo della Banca Centrale Europea e creando un divario con gli altri paesi dell’area euro. La fiducia di famiglie e imprese è ai minimi storici, segnalando una possibile ulteriore debolezza dell’economia nei prossimi mesi.

Secondo i dati diffusi dall’Istat, il Pil italiano è diminuito dello 0,4% nel secondo trimestre del 2023, dopo aver aumentato dello 0,6% nel primo trimestre. Si tratta della prima variazione negativa dal terzo trimestre del 2021, quando l’Italia era ancora alle prese con la pandemia di Covid-19. Rispetto allo stesso periodo del 2022, il Pil è cresciuto dell’1,2%, ma si tratta di un dato inferiore alla media dell’area euro (+1,8%).

La contrazione del Pil è stata determinata dal calo della domanda interna, in particolare dei consumi delle famiglie, che sono diminuiti dello 0,6% nel secondo trimestre. Nonostante la stabilità del reddito disponibile, le famiglie hanno ridotto la loro spesa per beni e servizi, a causa della scarsa fiducia nel futuro e della ridotta propensione al risparmio. Quest’ultima è scesa al 9,7%, il livello più basso dal primo trimestre del 2019.

Dal lato dell’offerta, la produzione industriale ha mostrato segni di ripresa ad agosto, aumentando dello 0,2% rispetto a luglio e dello 0,4% nella media dei tre mesi estivi. Tuttavia, si tratta di una crescita modesta e inferiore a quella registrata negli altri paesi europei. Il settore manifatturiero continua a soffrire per le difficoltà di approvvigionamento delle materie prime e dei componenti elettronici, che hanno causato ritardi e aumenti dei costi.

L’inflazione ha subito un’impennata a settembre, raggiungendo il 3,2% su base annua, il livello più alto dal novembre del 2012. L’aumento dei prezzi è stato influenzato dal rialzo delle quotazioni delle materie prime energetiche, che hanno registrato un incremento del 23% in un anno. L’inflazione di fondo, che esclude gli elementi più volatili come energia e alimentari freschi, è rimasta invece contenuta all’1%. Il differenziale inflazionistico tra l’Italia e la media dell’area euro si è ampliato a 0,8 punti percentuali, penalizzando la competitività delle imprese italiane.

La fiducia di famiglie e imprese ha raggiunto livelli preoccupanti a settembre, riflettendo le incertezze sullo scenario economico nazionale e internazionale. L’indice di fiducia dei consumatori è sceso a 98,4 punti, il minimo dal maggio del 2020. L’indice di fiducia delle imprese è calato a 94 punti, il valore più basso dal dicembre del 2020. Entrambi gli indici sono al di sotto della soglia di 100 punti che indica una situazione di equilibrio tra ottimisti e pessimisti.

Le prospettive per i prossimi mesi appaiono dunque poco rosee per l’economia italiana, che rischia di entrare in una fase di recessione tecnica se il Pil dovesse registrare un’altra variazione negativa nel terzo trimestre. Il governo dovrà affrontare sfide importanti per rilanciare la crescita e contenere i rischi derivanti dalla situazione internazionale, dalla crisi energetica e dalla variante Delta del Covid-19. Sarà fondamentale utilizzare al meglio le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che prevede investimenti per 191,5 miliardi di euro fino al 2026.

Articoli recenti

I servizi necessari per far crescere la tua azienda con Conflombardia

I servizi necessari per far crescere la tua azienda con Conflombardia

Conflombardia Emerge come Hub di Conoscenza con il Nuovo Canale dedicato all’Intelligenza Artificiale

Conflombardia Emerge come Hub di Conoscenza con il Nuovo Canale dedicato all’Intelligenza Artificiale

L’Orizzonte AI: Dal Convegno all’Inondazione di Conoscenza”

L’Orizzonte AI: Dal Convegno all’Inondazione di Conoscenza”

Il Conduttore del Convegno:

Il Conduttore del Convegno:

La Rivoluzione dell’AI nelle Piccole Imprese

La Rivoluzione dell’AI nelle Piccole Imprese